HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

COME FARE LA RICOTTA A CASA

Degustare una ricotta fresca, ma davvero fresca, può essere un'esperienza sublime ma trovarne una al proprio supermercato può essere difficile. Vediamo come fare la ricotta a casa così da non rinunciare mai alla freschezza del prodotto.


Immagine: http://www.formaggio.it/formaggio/ricotta-romana-d-o-p/
Quando compriamo una ricotta fresca al proprio supermercato di fiducia non sempre questa ricotta è davvero fresca. Spesso infatti viene presentata in ciotoline preconfezionate da chissà quanti giorni e, nonostante tutti i buoni propositi, la freschezza del prodotto non può mai essere integra come quella di una ricotta appena fatta e degustata dopo qualche ora al massimo. Spesso infatti queste ricotte assomigliano più ad un formaggio spalmabile e nulla di più perchè tutti i suoi preziosi liquidi sono spariti insieme alla cremosità e la dolcezza tipiche di una ricotta calda calda appena fatta. Ma quindi come si può risolvere il problema?
Abbiamo due soluzioni: la prima, essere abbastanza fortunati da vivere in un luogo in cui le ricotte vengono realizzate giornalmente da un buon caseificio; la seconda, farvi la ricotta a casa con le vostre mani.
Prendiamo in considerazione quest'ultima opzione e vediamo subito come si fa la ricotta a casa nella propria cucina.

La preparazione è davvero molto semplice. Mettete a scaldare un litro di latte in una pentola con un pizzico di sale (non oltre mezzo cucchiaino). Non appena comincia a bollire, abbassate la fiamma e aggiungete 2 cucchiai di aceto oppure 2 cucchiai di succo di limone e mescolate. Noterete sin da subito che il latte comincerà a trasformarsi in ricotta attraverso la creazione di veri e propri "grumi". Dopo un paio di minuti spegnete il fuoco.


Date un'ultima mescolata e lasciate raffreddare col coperchio sopra.
Quando il latte avrà cagliato e la vostra ricotta comincia ad essere abbondante, filtrate il tutto con un colino per separare quindi i fiocchi di ricotta dal siero. Mettete la ricotta filtrata dentro una forma apposita per ricotta, ma se non ne avete una andrà benissimo una ciotola o una grande tazza.

Avete così fatto la vostra ricotta. Semplice, no? Potete consumarla subito ma anche entro 2-3 giorni lasciandola nel frigo.

Secondo i vostri gusti, potete usare sia il latte vaccino e sia il latte di pecora. Ricordate però che il latte di pecora ha un gusto più forte.

La ricotta è possibile mangiarla anche al forno, o salata sulla famosa pasta alla norma, di impronta siciliana. Ma una delle più famose tradizioni che lega la ricotta con la Sicilia è il gustarla calda nelle prime luce dell'alba e con del pane di casa, cotto nel forno a legna.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
La vera ricetta della pasta alla carbonara
Quali sono i formaggi stagionati
Differenza tra ricotta di pecora e di mucca
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Differenza tra prosciutto crudo e culatello
Pastella per fiori di zucca fritti
Peperonata in agrodolce siciliana
Funghi champignon ripieni
Come cucinare una frittata semplice
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza mazzancolle e gamberi
Differenza tra provola e scamorza
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti