HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

SE LA FROLLA È MOLLE

Può capitare di non riuscire bene nell'impasto, di sbagliare qualcosa e di ritrovarsi con una pasta frolla molle. Ecco i suggerimenti da seguire se la frolla è molle con tutti i consigli per recuperare la pasta e poterla usare normalmente.


Immagine: https://realfood.tesco.com/recipes/gluten-free-pastry.html
La pasta frolla è un tipo di impasto dolce che ben si presta a numerosi tipi di lavorazioni: è utile per farci dei biscotti molto semplici ma anche come base per le crostate, per semi-freddi o come parte croccante da inserire in creme e dessert.
Anche se farla a casa è abbastanza semplice, quando si prepara un impasto di pasta frolla con le proprie mani si può però incappare in qualche piccolo errore con il risultato di avere una frolla molle o troppo dura. In questo caso ci concentriamo nel caso della pasta frolla molle con suggerimenti utilissimi per recuperare l'impasto.

Gli ingredienti principali per fare una pasta frolla sono di base farina, zucchero, uova, burro e sale. Mischiarli insieme per farne una palla omogenea è teoricamente molto semplice, ma qualche volta per un motivo o per un altro si può avere qualche imprevisto.
Niente panico quindi se la frolla è molle, questi sono i miei consigli diretti per non buttare via nulla e usare l'impasto per preparare il dolce che avevi in mente.


Se la frolle è molle a causa del burro.
Generalmente si aggiunge il burro in quantità pari al 50% della farina. Se si aggiunge più burro (fino al 70%) si avrà una pasta più friabile, se se ne aggiunge di meno (fino al 30%) si avrà una pasta frolla meno friabile.
In base al tipo di burro, alla quantità e alla temperatura dell'ambiente potresti ottenere un'impasto molle. In questo caso significa che dovrai semplicemente riporre l'impasto in frigo e lasciarlo riposare per almeno mezz'ora o anche un'ora affinchè il burro si rapprenda e diventi tutto più consistente.
Ricorda che più lavori l'impasto con le mani, più scalderai il burro con conseguente liquefazione (e quindi impasto più molle).

Se la frolle è molle a causa delle uova.
Qualcuno aggiunge solo il tuorlo, qualcuno l'uovo intero insieme all'albume: se si vuole ottenere una frolla più friabile con maggiori grassi si aggiungono più tuorli, mentre nel caso di una frolla più elastica e più croccante si aggiungono più albumi.
Se si sbagliano queste proporzioni oppure se le uova hanno un peso maggiore di quello medio, potresti ritrovarti con una pasta frolla molle a causa delle uova che hanno "diluito" l'impasto. In questo caso aggiungi un po' di farina e impasta, ma mettine solo mezzo cucchiaio alla volta per non rischiare di aggiungerne troppa. Se lo ritieni opportuno, aggiungi anche altro zucchero ma solo un cucchiaino per volta. Continua ad impastare e riponi in frigo per almeno mezz'ora.

Questi sono due semplici consigli da mettere in pratica quando ti ritrovi con una pasta frolla fin troppo molle. Quando la toglierai dal frigorifero, ricordati di impastarla un paio di volte molto velocemente giusto per permetterti di lavorare l'impasto con un mattarello o con altri utensili a disposizione.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Chiacchiere light senza burro
Proprietà benefiche dell'arancia
L'olio di palma è idrogenato?
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Come conservare biscotti di pasta frolla
Torta di zucca e cioccolato
Caramelle gommose: fanno male?
Come utilizzare biscotti avanzati
Come fare biscotti alle mandorle
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza tra provola e scamorza
Differenza mazzancolle e gamberi
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti