HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

COME PREPARARE I VERI ARANCINI SICILIANI?

Gli arancini siciliani si sa bene che piacciono praticamente a tutti. Chi fa un giretto in Sicilia non può farsi mancare l'arancino al ragù oltre che un bel cannolo alla ricotta. Ma come si fa un vero arancino siciliano?


Immagine: http://www.vivict.it/usi-e-costumi/i-sapori-della-tradizione/
L'arancino o arancina è uno dei piatti tipici della cucina siciliana. È una palla di riso ripiena di ragù o altri ripieni di vario tipo, il tutto impanato e fritto per qualche minuto in olio bollente.
Il nome deriva dai colori e dalla sua forma che può essere a palla o conica. La sua storia sembra che inizi dagli arabi che importandolo in Sicilia è diventato poi il simbolo che contraddistingue l'intera isola.

È considerato da tutti i siciliani il piatto tipico della loro rosticceria e simbolo dell'intera regione. La forma conica si pensa sia dovuta da un'ispirazione con il vulcano Etna, infatti mangiando la punta spesso ci si accorge che ne fuoriesce il vapore dato dalla temperatura ancora alta della sua cottura.

Gli elementi fondamentali che contraddistinguono un vero arancino, è soprattutto il colore arancio del riso, dovuto dalla presenza dello zafferano. Spesso in siciliano si usa il gergo “si come un arancinu” ovvero tradotto in italiano con l'espressione "sei un arancino con i piedi" volendo specificare una persona particolarmente "rotonda" fisicamente parlando.


Per la preparazione bisogna far cuocere il riso in abbondante brodo e far si che il brodo venga assorbito dal riso che, rilasciando il proprio amido in fase di cottura, permetta la legatura per rimanere compatto senza l'uso di uova. Appena il riso termina la sua fase di cottura al dente, occorre raffreddarlo in un recipiente molto capiente e non appena tiepido metterne nella mano una leggera quantità, schiacciarlo un poco e aggiungere al centro il ragù con un tocchetto di mozzarella o qualsiasi altro condimento a vostra scelta. Richiudete il tutto con altro riso cercando di conferirgli la forma a cono. Non appena finite di dare la forma al vostro arancino, passarlo nel pangrattato o se desiderate una panatura più croccante, immergete l'arancino nell'uovo, poi nella farina e di nuovo nell'uovo e per concludere nel pangrattato.
Terminate la cottura come dicevo all'inizio in abbondante olio bollente per pochi minuti. Il vostro arancino è pronto.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Cosa fare con la farina di riso
Come cucinare una frittata semplice
Risotto al pecorino romano
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Come cuocere gli spaghetti di riso
Risotto crema di scampi
Come si cuoce il cous cous
Risotto con riso Basmati
Cuocere il riso nel microonde
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza mazzancolle e gamberi
Differenza tra provola e scamorza
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti