HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

PESCE SPADA ALLA GRIGLIA

La ricetta e i consigli per preparare un buon pesce spada alla griglia, un pesce dal sapore intenso che piace praticamente a tutti con una modalità di cottura che lo rende inimitabile.


Immagine: http://www.foodnetwork.com/recipes/giada-de-laurentiis/grilled-swordfish-with-lemon-mint-and-basil-recipe.html
Visto il suo grande ed intenso sapore, il pesce spada è uno di quei pesci che va benissimo anche "così com'è". Basterebbe solo cuocerlo un tantino senza chissà quali ingredienti ricercati o elaborati per sprigionare il suo sapore ad ogni singolo morso di chi avrà il piacere di gustarselo boccone dopo boccone.
Questa è la ricetta del pesce spada alla griglia, una ricetta adatta a manipolare questo pesce il meno possibile e ad intensificarne il sapore grazie al diretto contatto col fuoco (nel caso di un barbecue) e ai fumi creati anche dallo stesso grasso del pesce spada che cola sulla griglia.

Nel grigliare il pesce spada bisogna prendere qualche piccolo accorgimento per non rischiare di rovinarne la carne rendendola stopposa al palato. Di seguito ne vediamo la preparazione davvero molto semplice.

Ingredienti:
pesce spada a fette, 1 per ogni persona
olio d'oliva
sale
aromi vari come origano, rosmarino e menta
1 limone
prezzemolo

Togliete il pesce spada dal frigo in modo da portarlo a temperatura ambiente così che non raffreddi la griglia o la piastra con cui verrà a contatto.
In una ciotola preparate una marinatura a base di olio d'oliva, origano, rosmarino, menta e sale. Se lo amate, mettete anche un aglio tagliato finemente e mescolate il tutto.


Immergete il pesce spada nella marinatura e lasciatelo riposare per 5 minuti.
Scolatelo dall'olio in eccesso e, una volta rovente, adagiate il pesce sulla griglia. Lasciate cuocere a fiamma alta per un paio di minuti abbassando la fiamma se si sprigionano troppi fumi.
Quando sulle fette di pesce spada compariranno le classiche striature dorate, girate il pesce sull'altro lato e lasciatelo cuocere per qualche minuto ancora facendo attenzione e non dilungare troppo la cottura facendone asciugare la carne.
Una volta cotto, mettetelo su un piatto e copritelo con dei fogli di alluminio facendolo raffreddare per 15 minuti affinchè i succhi non evaporino via ma restino imprigionati nella carne distribuendosi in modo più uniforme.
Servite con prezzemolo tritato accompagnato dal succo di limone.

Quella appena descritta è la ricetta del pesce spada alla griglia tipicamente utilizzata nei ristoranti (ad eccezione degli aromi che non tutti mettono). Se preferite una cottura più leggera potete cuocere il pesce spada direttamente su una griglia o una piastra senza marinarlo nell'olio: nel caso di una piastra, basterà spennellarla leggermente con un velo d'olio. Il condimento andrà fatto a fine cottura.

Se non avete molta dimestichezza con questo pesce, sappiate che sarà la vostra pescheria di fiducia a prepararvi delle belle fette. Basterà dire che vi servono per una grigliata o potete comunque direttamente richiedere delle fette spesse circa 1 cm o 2 cm al massimo (ma siamo già verso delle fette molto abbondanti con questo spessore). Per via della stazza del pesce originale, le fette troppo grandi potranno essere tranquillamente divise in due per due distinte porzioni.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Pesce spada e mercurio
La ricetta originale del pesce spada alla palermitana
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Trota salmonata: cos'è?
Come cucinare gli scampi alla griglia
Differenza tra scampi e gamberoni
Come si cucina l'aragosta surgelata
Come fare il salmone affumicato in casa
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza mazzancolle e gamberi
Come cucinare l'hamburger
Differenza tra provola e scamorza
Impanatura senza uova
Cos'è SuperCuoca Contatti