HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

DIFFERENZA TRA SEMOLA E FARINA

Conosci la differenza tra semola e farina così da non confonderti quando prepari un dolce o un particolare tipo di impasto. Tutte le particolarità sui due tipi di farina.

Stai preparando l'impasto per un dolce, una focaccia o un particolare tipo di pane e per l'ennesima volta ti blocchi per un attimo per chiederti qual è la differenza tra semola e farina senza sapere magari che sono entrambe due diversi tipi di farina. Chiariamo subito tutti i dubbi spiegando cosa intendiamo esattamente col termine farina.

Con la parola "farina" si intende la semplice macinazione di cereali o di altri numerosi prodotti specie con l'avvento di una cucina più moderna e alternativa. Non mancano infatti la farina di cocco, la farina di mais, la farina di kamut, la farina di farro, quella di avena, di segale, di riso o di legumi e di frutta a guscio o anche di tuberi.
I gradi di raffinazione della farina dipendono poi dal processo di lavorazione più o meno intenso che ne determina una filtrazione non solo di elementi impuri che vanno scartati ma anche di altri elementi che per natura dovrebbero essere presenti (come ad esempio la crusca).


Quindi, fatta questa premessa torniamo a capire la differenza tra semola e farina: molto semplicemente si tratta di due distinte farine. Con semola si intende comunemente la farina di grano duro mentre con la il termine farina spesso si intende la farina di grano tenero.

In pratica la vera differenza tra la semola e la farina sta nel grano usato: il grano duro è un frumento generato dall'incrocio di due specie selvatiche diffuse nell'antico Egitto che a maturazione avvenuta presenta un chicco più duro e meno farinoso del grano tenero ed è quindi adatto per generare la semola; a differenza del grano duro, il grano tenero deriva dall'incrocio di una specie selvatica e una specie coltivata e resiste molto bene al freddo.

Una differenza pratica tra la semola e la farina risiede nella dimensione dei granelli. In pratica la semola ha una consistenza più granulosa rispetto alla farina di grano tenero: semola grossa, semola media, semolino e semola rimacinata sono per esempio tutte definizioni più o meno valide in campo tecnico per definire esattamente la dimensione dei granuli della semola presa in questione.
Quindi alla vista la farina risulta molto più fine ed impalpabile mentre nella semola si possono distinguere i singoli granelli sia al tatto che alla vista.

Entrambe le farine sono usate sia per la panificazione che per la pasticceria anche se più in generale la farina di grano tenero è più utilizzata per fare dolci mentre la semola di grano duro viene utilizzata più per pane, pizze e focacce.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Differenze tra seitan e carne
Tutte le farine senza glutine
Differenza tra farina 0 e 00
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Farina di forza: cos'è?
Come fare una focaccia senza lievito
Come farcire la focaccia
Focaccia con farina di farro
Come fare il lievito madre secco
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza tra provola e scamorza
Differenza mazzancolle e gamberi
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti