HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

COME FARE L'ACETO DI MELE

Se sei un grande consumatore di prodotti naturali e di aceto di mele, vorrai sapere come fare l'aceto di mele a casa tua con le tue proprie mani. Eccoti la ricetta con tutti i passaggi dettagliati.

L'aceto di mele è sicuramente meno forte di altri tipi di aceto, primo fra tutti l'aceto di vino ben più conosciuto ed utilizzato. Negli ultimi anni l'aceto di mele ha comunque avuto la sua discreta diffusione facendosi apprezzare non solo per il suo tocco meno aggressivo ma anche perchè rilascia un sentore dolce e più fruttato che ben si abbina a numerose ricette, anche su carni grigliate. Se anche tu ne apprezzi le caratteristiche, prosegui la lettura per scoprire come fare l'aceto di mele. Ti basteranno davvero pochissimi ingredienti e poca esperienza in merito.

Ingredienti:
1 kg di mele
1 l di acqua
20 g di zucchero di canna

Inizia lavando le mele. Tagliale in pezzettoni senza togliere la buccia ne i semini. In pratica puoi tranquillamente tagliarla a pezzettoni senza buttare via nulla.

Metti tutti i pezzetti di mela in un barattolo di vetro abbastanza capiente e ricopri tutto con acqua. Copri l'apertura del barattolo con un tovagliolo di stoffa e tienilo fermo mettendo un elastico o uno spago attorno all'avvitatura del coperchio.

In realtà, se ne hai uno a disposizione, metti un separatore di plastica tra il tovagliolo e le mele per evitare che la frutta entri in contatto con il tovagliolo. Potrebbe essere adatto il contenitore di una ricotta: se troppo alto, ritaglialo con delle forbici in modo che possa entrare nello spazio posto tra le mele e il tovagliolo. In questo modo le mele staranno pressate verso il basso e non toccheranno il tovagliolo.

Metti il barattolo di mele in un posto fresco e pulito tra 20° e 24° (tipo il ripostiglio o uno scomparto in cucina) e dopo 24 ore aggiungi lo zucchero di canna. Richiudi il barattolo con il suo coperchio e agita bene il barattolo per far mescolare lo zucchero alle mele.


Lascia riposare le mele nel barattolo per 20 giorni ad una temperatura compresa tra 20° e 24°. Ricordati di mescolare 2 o 3 volte alla settimana: per facilitarti il compito, richiudi il barattolo con il suo coperchio e agitalo. Poi togli il coperchio e rimetti il tovagliolo.

Dopo una decina di giorni l'acqua comincerà ad essere opaca e meno fluida. Dopo 20 giorni avrai ottenuto il tuo aceto di mele, assaggialo e cerca di capire se è troppo forte. In questo caso lascialo macerare ancora per qualche altro giorno, una settimana al massimo.

Per essere più tecnici e per capire se puoi usare e conservare il tuo aceto di mele usa delle cartine tornasole. Si tratta di striscette colorate studiate appositamente per verificare il pH cioè l'acidità di un qualsiasi prodotto, puoi comprarle facilmente su internet.
Per testarle, preleva un cucchiaio d'aceto di mele e immergici dentro una striscia tornasole. Potrai confrontare l'acidità con una tabella posta sulla confezione stessa delle striscette tornasole: se corrisponde al numero 3 allora avrai ottenuto una buona acidità e il tuo aceto di mele è pronto per essere usato in cucina. Per fare un paragone, l'aceto di mele acquistato ha solitamente un'acidità di 2,9 mentre l'arancia ha un'acidità di 3,7.

Se la cartina indica che il tuo aceto è troppo forte, lascialo riposare nuovamente e dopo qualche giorno testane di nuovo l'acidità.

Quando ha raggiunto l'acidità che ti soddisfa, filtra l'aceto togliendo le mele e filtra il liquido ottenuto con un telo o un canovaccio di stoffa. Filtralo più volte se vuoi ottenere un aceto molto più limpido.
Una volta filtrato, puoi conservare l'aceto in normali bottiglie di vetro.

Ora che sai come fare l'aceto di mele puoi facilmente sperimentarlo con le tue mani e produrre aceto di mele naturale e biologico (mele permettendo) per tutto l'anno sia per la famiglia che per gli amici.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Come cucinare una frittata al forno
Uova in camicia senza aceto
Conserva di zucca in agrodolce
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Le uova fanno ingrassare?
Migliori padelle antiaderenti
Sale kosher: cos'è?
La mortadella è cotta?
Gorgonzola in gravidanza
I PIU' LETTI
Se la frolla è troppo dura
Cosa sono le animelle
Differenza tra provola e scamorza
Come si cucina l'aragosta surgelata
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti