HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

TUTTE LE FARINE SENZA GLUTINE

Un elenco abbastanza completo di tutte le farine senza glutine adatte quindi ai celiaci. Se sei celiaco, puoi scegliere una di queste farine per preparare la tua ricetta.

Avere a disposizione un elenco sufficientemente completo delle farine senza glutine presenti al momento in circolazione è di vitale importanza per chi soffre di celiachia.
I celiaci non possono assumere una proteine presente nella maggior parte delle farine, il glutine. Si tratta della stessa proteina responsabile della struttura e del sapore del pane a cui siamo abituati. Senza il glutine la farina diventa "debole" il che vuol dire in parole povere che perde di elasticità e non lievita come un normale impasto. Con il glutine si fa anche il seitan, un sostituto della carne (eccoti le differenze tra seitan e carne), quindi un celiaco vegetariano dovrà sicuramente evitarlo.
E' ovvio comunque che un celiaco deve fare attenzione a tutto quello che mangia. Chi soffre di questa intolleranza, sa benissimo come sia importantissimo evitare tutti quei cibi che possono contenere glutine come pane, biscotti, pasta e dolciumi. Se hai intenzione di preparare questi prodotti con le tue mani, ti sarà molto utile un elenco di tutte le farine senza glutine aggiornato comunque alle farine più comuni al momento in circolazione.

Farina di riso: naturalmente senza glutine, è una farina adatta ad addensare creme e salse sia dolci che salate come per esempio la crema pasticcera o la besciamella. E' utile anche in quelle preparazioni dolciarie dove l'impasto è più simile ad una pastella cremosa come nel caso di crepes, gauffres, waffel e pancake. Per aumentarne la resa e renderla meno "asciutta" è consigliato mescolarla con altre farine come la fecola di patate. Può essere usata anche per rendere croccanti alcune preparazioni impanate e fritte.

Amido di riso e di mais: si tratta non esattamente di farine ma di estratti di amido dal riso o dal mais. Sono adatti per tutto quello che deve essere addensato come budini, creme e salse.

Fecola di patate: è una farina ottenuta dall'essiccazione e dalla macinazione delle patate. Essenzialmente è quindi costituita da amido delle stesse patate ed è quindi adatta per creme, salse e tutte le ricette che richiedono amido. I dolci e le torte che ne prevedono l'uso risultano più soffici.

Fecola di legumi: soia, ceci, piselli, lenticchie e tutte i legumi in generale sono adatti per farine senza glutine in quanto naturalmente privi di glutine. Con la farina di ceci si fanno le famose panelle siciliane, la farinata e la cecina.


Farina di pseudo-cereali: si tratta di farine ricavate da piante molto simili ai cereali in consistenza e forma ma che di fatto non appartengono alla famiglia dei cereali. E' il caso della quinoa usata anche per minestre e zuppe. I suoi granelli vengono estirpati da una pianta erbacea, dalla loro macinazione si ricava la farina di quinoa costituita essenzialmente da amido. Quindi per usarla in impasti insieme ad altre farine dovrai prima informarti sulle dosi per avere una corretta consistenza. Tra le farine di questa categoria abbiamo anche la farina di amaranto e la farina di miglio.

Farina di manioca: è una farina estratta dalla radice e dal tubero della manioca, una pianta molto diffusa nel Sud America. Si tratta della terza fonte più importante al mondo nel fornire carboidrati agli umani.
In Brasile, a partire dalla farina di manioca dolce e acida, si produce il "pao de queso" ovvero il pane al formaggio. Questa farina è conosciuta anche come farina di tapioca.

Farina di teff: il teff è un cereale coltivato in Etiopia e in Eritrea. Il suo chicco è talmente piccolo da essere macinato per intero (meno di 1 mm di diametro) ottenendo così una farina completamente integrale ricca quindi di fibre ma anche di proteine, ferro e calcio.

Farina di grano saraceno: è vero, il nome può trarre in inganno ma in realtà non si tratta del comune grano ma di un'altra famiglia di cereali priva ovviamente di glutine. Si può aggiungere ad altre farine senza glutine per preparare il pane e conferirgli una struttura migliore.

Farina di caffè: nonostante il nome, questa farina non ha sapore di caffè. Ricca di ferro, fibre e proteine, contiene poca caffeina ed è completamente priva di glutine. Puoi usarla per fare la pasta fresca o per sfornare dolci, pane ed altri prodotti da forno.

Farina di carrube: è una farina più adatta ai dolci ricavata dai semi di carruba attraverso la loro macinazione. E' una farina ricca di zuccheri naturali, di carboidrati, di calcio e ferro. Può essere usata sia nella preparazione di dolci, pasta, pane e gnocchi (anche in sostituzione del cacao), sia nella preparazione di creme e vellutate, confetture e gelati. Con un cucchiaino di farina di carrube si addensa anche 1 kg di gelato. Ricordati comunque che ha un sapore molto dolce.

Nonostante tutte le farine senza glutine che trovi in circolazione, va comunque considerato il fatto che in realtà puoi tranquillamente ricreare le tue farine a casa con l'uso di un potente mix o frullatore. Ti basta acquistare i chicchi interi del cereale da cui vuoi ricavare la farina e macinarli energicamente fino a ridurli in polvere. Per esempio con il Bimby (robot da cucina venduto dalla Vorwerk e abbastanza diffuso tra le casalinghe) è possibile fare questa operazione.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Differenza tra semola e farina
Cos'è la quinoa
Proprietà benefiche dell'arancia
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Farina di forza: cos'è?
Come fare una focaccia senza lievito
Come farcire la focaccia
Focaccia con farina di farro
Come fare il lievito madre secco
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza mazzancolle e gamberi
Differenza tra provola e scamorza
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti