HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

DIFFERENZA TRA POMODORO PICCADILLY E PIXEL

Scopri la differenza tra pomodoro Piccadilly e Pixel e scopri come usarli al meglio in cucina conoscendone il loro livello di sapidità e dolcezza.

C'è poco da dire, i pomodori Piccadilly e Pixel sembrano, a prima vista e ad un occhio poco allenato, praticamente identici. Entrambi dal colore rosso acceso, piccoli e tondi possono ingannare il consumatore meno esperto che crede di comprare un prodotto anzichè un altro. Con questo breve articolo ti aiuto ad identificare le differenze tra pomodoro Piccadilly e Pixel così da poterlo distinguere facilmente al banco delle verdure ma anche per avere più dimestichezza in cucina con i due diversi pomodori.

Dal sapore zuccherino e sapido, il pomodoro Piccadilly viene prodotto da piante ibride cioè da piante incrociate in modo specifico per ottenere una varietà più resistente e proficua. Si tratta di pomodori di origini campane inerenti soprattutto la zona del Vesuvio.
I pomodori Piccadilly si presentano dal colore rosso lucido molto intenso attraente agli occhi del consumatore. I pomodorini, cresciuti su grappoli di circa 10 frutti, pesano sui 30 grammi o poco più. Hanno una forma più simile a quella di un dattero perchè tondeggiante ma allungato nell'estremità più bassa con una piccola punta alla fine.
A differenza del Pixel, il Piccadilly viene privilegiato in salse fatte in casa perchè può essere facilmente frullato o passato con tutta la buccia in quanto non troppo spessa e quindi non fastidiosa al palato se inserita in una salsa o un sugo. Questo fa sì che si risparmi una notevole quantità di lavoro e fatica.


Anche il pomodoro Pixel si presenta dal colore rosso vivo ma a differenza del Piccadilly si presenta con frutti più tondeggianti anche se leggermente allungati. Ciascun pomodorino Pixel pesa tra 30 e 50 grammi.
Così come per il Piccadilly, il Pixel presenta una buona dose di fibre e di parte zuccherina oltre che una buona percentuale di carotenoidi utili per una buona abbronzatura della pelle ma anche per allontanare alcune forme tumorali.
Anche il pomodoro Pixel proviene da piante ibride il cui frutto può essere raccolto a grappolo (come avviene con l'uva) o singolarmente.

Entrambi i pomodorini, Piccadilly e Pixel, possono essere conservati intatti a lungo per diverse settimane, parliamo anche di 6 settimane se mantenuti appesi in un luogo fresco e ben areato. Il loro sapore e profumo continueranno a resistere per tutto questo periodo senza essere alterati.
E' importante lasciarli appesi in modo che respirino a 360° senza che la superficie di appoggio ne copra una parte che altrimenti andrebbe a bloccare la traspirazione del pomodoro.

Sia il pomodoro Piccadilly che il Pixel possono essere usati in cucina con molta disinvoltura grazie alla loro tipica dolcezza, ricorda però che il Pixel ha una buccia leggermente più spessa.
C'è da dire comunque che qualche volta il Piccadilly si presenta un tantino più acidulo rispetto al Pixel, ma credo che in questo caso dipenda molto dalla terra in cui sono stati coltivati i due diversi pomodori nonché dalla presenza più o meno abbondante del sole in quella zona durante la maturazione del frutto.
In questa foto il pomodoro Pixel in grappoli durante la coltivazione.

Fonte: http://www.aziendagricolafutura.com/gallery/pomodoro-pixel/73
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Spaghetti alle vongole e pomodorini
I pomodori fanno ingrassare?
Proprietà dei pomodori rossi
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Mangiare tanta frutta fa ingrassare?
I 5 colori della salute
I pomodori fanno ingrassare?
Differenza tra crauti e cavoli
Gli spinaci si possono mangiare crudi
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza tra provola e scamorza
Differenza mazzancolle e gamberi
Come cucinare l'hamburger
Spaghetti con astice congelato
Cos'è SuperCuoca Contatti