HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

LE ALGHE NELL'ALIMENTAZIONE

A cosa servono le alghe nell'alimentazione, in quali piatti si trovano e qual è la loro diffusione non solo nelle nostre cucine ma anche in altri campi.

Le alghe marine negli ultimi tempi si sono fatte strade nella cucina macrobiotica e nella cucina di tutti i giorni grazie alle loro proprietà benefiche ma anche grazie alla diffusione dei ristoranti orientali e più in particolare cinesi che ne hanno fatto conoscere i vari piatti a base di alghe. Anche se infatti sia abbastanza diffusa l'idea che le alghe siano solo un alimento esotico, in molti non sanno che sono un alimento tipico del Nord Europa.
Possiamo trovare le alghe nell'alimentazione sotto forma di svariati piatti. Il loro gusto neutro permette di usarle in molti piatti sia a base di pesce che a base di carne (anche se visto l'alto contenuto di iodio si sposa meglio con il pesce), ma è anche possibile ritrovarle in insalate insieme ad altri ingredienti.
Ecco qualche esempio concreto. L'alga Nori è quella comunemente usata per fare il sushi ed è anche l'alga con più proteine. Può essere tostata e mangiata "così com'è". Una variante di spaghetti alla marinara le vede protagoniste. Viene usata anche sminuzzata sopra le insalate. Non mancano anche le passate di verdure e verdure saltate in padella con alga Dulse, leggermente piccante e più ricca di ferro. La stessa alga viene usata anche per farne un patè (crema da spalmare). Le alghe Kombu ridotte in polvere sono adatte per cucinare i legumi secchi che, grazie alla presenza di un amminoacido essenziale, diventano più morbidi. Nel caso di prodotti macrobiotici, questa alga viene usata anche per farne un brodo vegetale. E' possibile trovarla a strisce anche negli involtini primavera. L'alga Kanten viene usata per produrre una gelatina chiamata Agar Agar utile per sostituire addensanti di origine animale. Qualcuno ci realizza anche dei buonissimi budini, delle marmellate e delle gelatina di frutta.


Le alghe nell'alimentazione hanno molte funzioni terapeutiche e possono essere usate anche come integratori alimentari. Vantano anche una massiccia presenza di antiossidanti e aminoacidi essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Una componente molto importante presente nella alghe è chiamata algina che permette di eliminare sostanze tossiche nell'intestino e di purificare l'intero apparato digerente.
Dicevamo che le alghe hanno un alto contenuto di iodio, per questo motivo sono sconsigliate a chi soffre di ipertiroidismo. Contengono comunque altri sali minerali come magnesio, ferro, potassio, calcio e fosforo. Se mangiate crude, le alghe sono un'ottima fonte di Omega3 (grassi buoni per il cuore).

In realtà oltre che da quella alimentare, le alghe vengono usate anche dall'industria cosmetica che ne fa un largo uso per pomate, trucchi e cosmetici di vario genere. Sapevate inoltre che esistono vari tipi di alghe suddivise in 25 mila specie? Un gran bel numero!
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Pollo alle mandorle con salsa di soia
Come si cucinano i ricci di mare
5 modi per cucinare il pollo
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Le uova fanno ingrassare?
Migliori padelle antiaderenti
Sale kosher: cos'è?
La mortadella è cotta?
Gorgonzola in gravidanza
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza tra provola e scamorza
Differenza mazzancolle e gamberi
Spaghetti con astice congelato
Come cucinare l'hamburger
Cos'è SuperCuoca Contatti