HOME CATEGORIE CONTATTI
CERCA RICETTA O ARTICOLO

DIFFERENZA TRA GRANO E FRUMENTO

Conosci la differenza tra grano e frumento. A cosa servono questi cereali? Cosa si produce con il grano e il frumento? Ecco quello che devi sapere (ammesso che esista una reale differenza).

Con tutte le farine in circolazione, qualche volta risulta difficile ricordarsi di tutti i nomi, gli appellativi e le varie etichette geolocalizzate dati ai cereali da cui provengono. Spesso per esempio si parla di farina di grano e di farina di frumento così come dell'amido di grano e dell'amido di frumento. Ma sei sicuro che esiste una reale differenza tra grano e frumento? Il dubbio sorge perchè come accade spesso nel mondo dei fornelli, con più nomi si può indicare uno stesso ingrediente: è il caso dello sgombro chiamato anche lacerto o maccarello. Nel mondo dei farinacei e dei cereali in generale accade lo stesso.

Per farla breve grano e frumento sono la stessa cosa, sono solo due diversi nomi per indicare la stessa identica cosa. Non si può quindi parlare di differenza tra grano e frumento perchè entrambi sono frutto del triticum (o tritico), pianta di origini arabe conosciuta già anche nell'antico Egitto.


Dalla pianta del grano si ricavano i due tipi di grano che conosciamo un po' tutti: il grano tenero e il grano duro, classificazione fatta in base alle difficoltà di macinazione più o meno consistenti in una o nell'altra specie di frumento (o grano che dir si voglia). Come è intuibile, il grano tenero si frantuma più facilmente rispetto al grano duro: dal primo si ricava la farina, dal secondo la semola. La semola è in fin dei conti una farina dai granelli più consistenti solo che per legge con la parola "farina" si indica la macinazione del grano tenero mentre con la parola "semola" si indica la macinazione del grano duro.

Con entrambe le farine si producono prodotti da forno di vario tipo come pane, dolci, biscotti e pasta. Sicuramente avrai letto più volte sulle confezioni di pasta secca la dicitura "Prodotto con semola di grano duro" proprio perchè la semola è la più adatta per produrre la pasta secca.
ALTRI CONSIGLI E RICETTE
Differenza tra susine e prugne
Come macinare il mais in casa
Proprietà benefiche dell'arancia
COSA NE PENSI? LASCIA UN COMMENTO
SEGUICI SU FACEBOOK
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
RECENTI
Come cuocere gli spaghetti di riso
Risotto crema di scampi
Come si cuoce il cous cous
Risotto con riso Basmati
Cuocere il riso nel microonde
I PIU' LETTI
Cosa sono le animelle
Differenza mazzancolle e gamberi
Come cucinare l'hamburger
Differenza tra provola e scamorza
Impanatura senza uova
Cos'è SuperCuoca Contatti